Visual Studio Tour – Cagliari – 14 marzo 2020

Il tour ha lo scopo di far conoscere, o di far apprezzare ancora di più, le potenzialità della famiglia di strumenti di sviluppo Visual Studio.

Anche noi dobbiamo accodarci alla sfilza degli eventi annullati per emergenza coronavirus. Il Visual Studio Tour Cagliari non potrà essere svolto alla data prevista. Stiamo lavorando per una riprogrammazione dell’evento. Ringraziamo tutti gli speaker, la Facoltà di Cagliari e tutti gli sponsor per il supporto. welearnonline microsoft avanade visualstudiotour fedrosoftware blexin

Organizzato da

Agenda

Orario Sessione Speaker
09:00 – 09:30 Registrazione
09:30 – 10:00 Keynote
10:05 – 10:50 What’s new in Visual Studio 2019 (Gaetano Paternò – DotNetSicilia)
10:50 – 11:10 Coffee break
11:10 – 11:55 Azure Machine Learning & Visual Studio Code (Ariel Cedola – Data Scientist at Welol Next & LINKS Foundation)
12:00 – 12:45 SharePoint Framework (SPFx): toolchain, primi passi e roadmap verso Microsoft 365 (Federico Porceddu – Avanade)
12:45 – 13:45 Lunch
13:45 – 14:30 gRPC: Microservizi All-Inclusive per .NET Core 3 (Stefano Del Furia – IIS Da Vinci – STOA / CTO – Software Architect)
14:35 – 15:20 Blazor: sviluppare SPA con .NET e WebAssembly (Michele Aponte – CEO/CTO Blexin Srl)
15:25 – 16:10 API Management: security, gestione delle policy e monitoraggio (Emanuele Garofalo – Principal Consultant @ Lobra)
16:15 – 17:00 Deploying & Scaling containers with Azure DevOps & Kubernetes (Antonio Turibbio Liccardi – Blexin s.r.l.)

Abstract

  • What’s new in Visual Studio 2019 (Gaetano Paternò – DotNetSicilia) – Visual Studio 2019 introduce interessanti miglioramenti e nuove funzionalità volte a ottimizzare la produttività degli sviluppatori e la collaborazione dei team. Sia che si utilizzi Visual Studio per la prima volta o che lo usiamo da anni, è possibile beneficiare di funzionalità che migliorano tutti gli aspetti del ciclo di sviluppo, dalla creazione di progetti più agevole e più mirata alla clonazione dai flussi di lavoro del repository, per incrementare la gestibilità e la qualità del codice.
  • Azure Machine Learning & Visual Studio Code (Ariel Cedola – Data Scientist at Welol Next & LINKS Foundation) – Il cloud Azure di Microsoft offre un’ampia gamma di strumenti per la creazione, training, distribuzione e gestione di modelli di machine learning. Tra questi, Azure Machine Learning service è il più potente e completo, con caratteristiche avanzate come la possibilità di creare modelli in modo code-free, automatizzare il processo di scelta, training e valutazione dei modelli, sviluppare pipelines complesse, ottimizzare gli iperparametri degli algoritmi e svolgere il workflow completo della data science utilizzando il Python SDK. Su questo ultimo, l’estensione di Azure Machine Learning per Visual Studio Code consente di eseguire molte di queste attività direttamente dal editore. In questa sessione vedremo come utilizzare Visual Studio Code per creare, eseguire il training, registrare e distribuire un modello di machine learning in Python, sfruttando gli strumenti più all’avanguardia del mercato.
  • SharePoint Framework (SPFx): toolchain, primi passi e roadmap verso Microsoft 365 (Federico Porceddu – Avanade) – Lo SharePoint Framework, ormai giunto alla versione 1.10 ha cambiato radicalmente (in meglio!) il mondo degli sviluppatori SharePoint. La toolchain che prevede Node.js, npm, Yeoman e Gulp si integra perfettamente su Visual Studio code e rende finalmente moderno lo sviluppo su SharePoint e più in generale nel mondo Microsoft 365. In questa sessione avrai una panoramica di questi “nuovi” strumenti e di come possono essere utilizzati, pertanto se sei uno sviluppatore che desidera iniziare a utilizzare SPFx, questa sessione fornisce un quadro chiaro degli strumenti e di come è possibile utilizzarli. Infine parleremo di come l’approccio tecnologico di SPFx verrà utilizzato per realizzare soluzione nel mondo Microsoft 365.
  • gRPC: Microservizi All-Inclusive per .NET Core 3 (Stefano Del Furia – IIS Da Vinci – STOA / CTO – Software Architect) – gRPC… perché tutti ne parlano e anche Microsoft ne consiglia l’adozione? Beh se avete una applicazione WCF da portare su .NET Core o siete stanchi dalla latenza e verbosità di REST o magari vi servono le funzionalità di SignalR, allora gRPC è la soluzione che fa per voi !!! Il trasporto basato su HTTP/2, l’utilizzo di Protobuf per la serializzazione, la disponibilità di streaming bidirezionale, l’autenticazione ad altro ancora rendono gRPC la soluzione “tutto-compreso” per realizzare, in maniera facile e veloce, Microservizi cross-platform estremamente efficienti.
  • Blazor: sviluppare SPA con .NET e WebAssembly (Michele Aponte – CEO/CTO Blexin Srl) – Se sei uno sviluppatore .NET e JavaScript è il tuo incubo, Blazor è la soluzione per te: ti permette di usare C# nel browser grazie alla specifica WebAssembly, utilizzando tutta la potenza del framework .NET Core. Alte performance, forte tipizzazione, formato binario e un SDK davvero completo sono solo alcune delle caratteristiche di questo approccio. In questa sessione vedremo come sia semplice realizzare un Single Page Application enterprise con Blazor e WebAssembly, e come implementare gli scenari tipici di questa tipologia di applicazioni.
  • API Management: security, gestione delle policy e monitoraggio (Emanuele Garofalo – Principal Consultant @ Lobra) – API Management è il gateway targato Microsoft che su Azure permette di esporre API verso i consumer delle vostre API. Come ogni cosa in cui si usa il verbo “esporre” che sia pubblicamente o internamente è bene tenere d’occhio la sicurezza. In questa sessione vedremo come gestire l’autorizzazione all’accesso delle API con un occhio al monitoraggio in modo da sfruttare a pieno la potenza del Gateway.
  • Deploying & Scaling containers with Azure DevOps & Kubernetes (Antonio Turibbio Liccardi – Blexin Srl) – Con la diffusione di Docker e Kubernetes e il loro ampio uso nelle moderne applicazioni, si rende sempre più indispensabile avere un processo di testing e release quanto più affidabile e completo possibile e soluzioni che possano scalare facilmente. L’obiettivo di questa sessione è mostrare come realizzare una delivery pipeline utilizzando Azure DevOps e come scalare le proprie applicazioni grazie a Azure Kubernetes Service.

Patrocinio

Sponsor